Archive for novembre, 2010
29 nov 2010Inserito in: Materia&Innovazione 0

Progettare gli spazi interni della casa – pareti, soppalchi, scale ma anche divisori e armadiature – in 12 millimetri. È il sistema Totem Build, interventi su misura in multistrato di betulla per interni che mantengono le stesse caratteristiche di isolamento termico e acustico. Con la possibilità, a differenza dei muri tradizionali, di non intonacare, lasciando il legno al naturale. E magari colorarlo, per una casa dove Mondrian avrebbe vissuto volentieri.

29 nov 2010Inserito in: Ecologia&Sostenibilità 0

Legno archeologico o recuperato dal canal Grande, dai pali che sostengono la laguna veneziana. Operazioni estreme, quelle di Riva1920, firmate da designer d’eccezione. Alla conquista del mondo, da Cantù, dove tutto ha avuto inizio quattro generazioni fa con una falegnameria, a Singapore.

25 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Mobili per bambini che i bambini possono apprezzare. Ergonomici e sostenibili, in legno massiccio con finiture atossiche e anallergiche. La scelta del designer danese Frederic Collette nella collezione Collect Furniture è precisa: offrire gli stessi standard di qualità di un mobile “da grandi”. Semplice, no?

25 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Due giovani designer svizzeri e un progetto di design sostenibile pluripremiato in sedi nternazionali. Lo studio Fries&Zumbuehl persegue con coerenza l’obiettivo, ambizioso, di creare pezzi freschi, funzionali, essenziali, semplici, divertenti, durevoli, auto-referenziali, indipendenti e poetici. Cos’altro aggiungere?

25 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Nuove prospettive per il design scandinavo. Muuto, azienda danese che premia la creatività dei giovani designer scandinavi, guarda a una progettazione che unisca qualità e sostenibilità, all’insegna di un – apprezzabile – lusso accessibile.

25 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Una designer auto-produttrice che privilegia materiali di recupero. Tappi di bottiglie, tappeti, chaise longue diventano icone della resistenza al consumismo, che tutto cannibalizza e invecchia, e riflessioni poetiche sulla pratica del riutilizzo che, nelle mani di Sabrina Locatelli, diventa arte.

24 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Un sogno eco-poetico, nato 12 anni fa. Lo zoo di legno di Gigi Barba conta squali, ippopotami, lucciole, rane, civette, oche, coccodrilli e tanti altri pezzi di arredamento, in legno naturale e finiture al 100% ecologiche. Gigi Barba, designer artigiano, salentino, ha vissuto e lavorato a Milano, tra il 1984 e il 2001, dove ha perfezionato la tecnica del restauro ligneo e aperto uno studio con un amico restauratore. Prima di tornare nella sua terra, dove continua a creare mobili-animali funzionali e giocosi.

24 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Franco Bevilacqua uno scultore e intagliatore che si diverte a combinare legno di essenze preziose per fare oggetti ispirati. E un falegname, rigoroso e paziente, che con il legno fa quello che i poeti fanno con le parole, ne tira fuori l’essenza con un lavoro paziente e amorevole in cui i gesti della professione, levigare, martellare, piallare, segare, danno forma a oggetti essenziali e densi.

21 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Materiali rinnovabili e riciclabili, anzi, meglio, riciclati. Sono la miglior base per un buon oggetto di design, capace di durare nel tempo conservando un fascino discreto. A tu per tu con Ryan Frank, uno studio a Londra e uno a Barcellona, designer controcorrente ma molto convincente.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Attenzione costante per materiali non convenzionali e poco utilizzati, nella convinzione che l’impiego di materiali inusuali guida a metodi innovativi di produzione e sviluppa nuove relazioni verso l’ambiente. Hanno portato il designer Daniel Michalik a sviluppare un’intera linea di pezzi in sughero, materiale di straordinarie potenzialità, impegnativo certo, ma ambientalmente responsabile perché sostenibile, riciclabile e abbondante.

12 nov 2010Inserito in: Ecologia&Sostenibilità 0

Un concorso di idee e progetti innovativi che, lo scorso giugno, ha premiato idee sostenibili, capaci di coniugare design e attenzione all’ambiente. Il primo Designer Show della provincia di Monza e Brianza, promosso dalle Camere di Commercio Lombarde e ospitato dalla IV edizione della fiera Artigiana è andato benissimo. Alte la partecipazione e qualità. Con sortite avveniristiche e sfide, sul fronte dell’efficienza energetica e dell’innovazione dei materiali, tutte da vincere.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Sedute e piani d’appoggio in ogni variante semantica applicabile alla zona giorno. Passoni Nature, azienda friulana a condizione familiare, ha una vocazione precisa e l’ambizione dell’eccellenza. Purché sia ecosostenibile. Sintesi di una storia lunga tre generazioni la sedia Moraar – che, in friuliano, significa semplicemente “albero”.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Design with Conscience. Uno studio di Los Angeles, progettisti internazionali e artigiani dei quattro angoli del mondo – Sud del Mondo, per la precisione. È il progetto – socialmente oltre che ambientalmente responsabile – di Artecnica. Che ha prodotto una serie limitata di oggetti, dove design e artigianato si confondono, e i materiali di recupero abbondano, di grande raffinatezza e, al tempo stesso, fortemente caratterizzata.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Tom Rossau spiega di fare il designer per puro egoismo. Creare oggetti lo elettrizza e più ancora gli piace scoprirne i difetti, sfide poste da quel che non si era considerato e apre a nuove possibilità. Che ogni volta coniugano, con tocco ludico, estetica e sostenibilità.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Una poltrona in tondino di ferro, lamiera d’acciaio e placche di catrame. La proposta, provocatoria, è di ForDesignFor, studio milanese che progetta nel segno della sperimentazione su materiali inediti. Per stomaci forti.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Un po’ tagliaerba e un po’ giocattolo, Grasshooper, di Emanuele Magini, è un tagliaerba a pedali. Per una sana attività nel verde di casa e per riprendere buone abitudini: quella, ad esempio, di non utilizzare energia elettrica quando quella fisica può assolvere allo scopo! Sostenibilità con un tocco di ludica ironia.

11 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Come si traduce in oggetti concreti il concetto di “design per il sociale”? Forse una risposta possibile viene dall’unione di design e cooperazione internazionale. È l’idea che ha ispirato Edoardo Perri, fondatore di WhoMade, che, una decina di anni fa, ha pensato di collegare artigiani del Sud del Mondo e designer occidentali, valorizzando materie prime, competenze e tecniche di produzione locali. Un design “ad alto valore umano aggiunto” la cui scommessa era di accostare al commercio equo design e progettazione equi.

11 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Design open-source, materiali innovativi e forme libere e sperimentali. Tutto nell’approccio dell’israeliano Ronen Kadushin è improntato all’apertura ed è questa l’attitudine giusta per chi avvicina i suoi pezzi. Oggetti da cui lasciarsi sorprendere.

11 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Uno studio e un’idea di design eco-friendly che si è ramificato dando origine a una piantagione – per avere multistrato di alta qualità -, un premio per giovani designer e un fondo per finanziare progetti verdi. Green Furniture e il suo fondatore, Johan Berhin, sono un’ispirazione per tutti i progettisti in sintonia con i temi della sostenibilità con l’ambizione di creare i classici di domani.

11 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Recuperare il rigore razionalista del design sovietico con una produzione mezza italiana – a cui resta affidata la progettazione – e mezza bulgara – dove è stata radicata la produzione. È la formula di Design Apparat, recupero contemporaneo di una lezione estetica e formale ricca di suggestioni.

11 nov 2010Inserito in: Ecologia&Sostenibilità 0

Sotto la guida di Gijs Bakker, olandese co-fondatore del Droog Design e professore alla Design Academy di Eindhoven, 13 giovani designer taiwanesi hanno lavorato insieme a 19 artigiani-artisti, esperti di tecniche secolari, lavorazione del bambù o tessitura, argenteria o arte ceramica, laccatura o scultura della giada. Il risultato è Yii, una collezione sognante e delicata, che rende omaggio alla tradizione e insieme guarda alla modernità.

11 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Pezzi di scarto recuperati all’insegna di una progettazione sostenibile che, a motivo della sua originalità, è divenuta appannaggio delle gallerie d’arte. Piet Hein Eek sforna pezzi per un pubblico decisamente di nicchia per cui il tema ecologico è soltanto una provocazione. Che conserva il merito di aver balzato principi e criteri agli onori delle cronache.