Ecodesigner
12 nov 2010Inserito in in: Ecodesigner 0
Il design con la coscienza (ecologica)
di Artecnica
Il contenitore transNeomatic

Design a impronta leggera e socialmente responsabile. È la filosofia di Artecnica, studio e galleria di Los Angeles che ha prodotto e produce pezzi di giovani designer quali Tord Boontje, Stephen Burks, Hella Jongerius, Emma Woffenden, Inga Sempé, Stephen Johnson, Studio Glithero, Tahmineh Javanbakht – che è il direttore artistico del marchio -, Joris Laarman, Heath Nash, Estudio Campana, Clara von Zweigbergk e Karl Zahn.

L’attenzione per la sostenibilità e la produzione responsabile sono basi costitutive dell’azienda, che privilegia pezzi in materiale riciclato e spedisce pacchi piatti.
All’interno di questa cornice, naturale un programma come Design with Conscience, lanciato nel 2002 coinvolgendo gli artigiani del Sud del Mondo, così da sostenere le economie e le popolazioni locali.

Bei pezzi, promozione dell’artigianato tradizionale, salari equi e metodi di produzione etici, durabilità dei prodotti. Questa la sintesi del progetto mirato appunto a far sì che le comunità di artigiani potessero autosostenersi grazie al proprio lavoro e talento. La premessa anche più semplice: I manufatti artigiani sono sempre apprezzati pur se la globalizzazione ha isolato I piccoli artigiani dai circuiti commerciali dove, grazie ad un progetto concreto che unisca design e produzione, ovvero art direction, logistica e marketing, possono trovare uno spazio redditizio. Affiancando organizzazioni non profit quali Aid to artisans e il British council, la sfida è di garantire la sopravvivenza dell’artigianato locale evitando la meccanizzazione che svaluta il suo lavoro e significherebbe sfruttamento dei lavoratori.

Lo specchio Dog Mask della linea Transglass Mirrors

Il debutto è stato con la serie di Tord Boontje e Emma Woffenden tranSglass, prodotta con artigiani guatemaltechi: vasi, caraffe, bicchieri e candelieri realizzati riciclando bottiglie di champagne e vino, tagliate e rifinite da artigiani formati più gli specchi ovali ispirati alle maschere tribali del Guatemala, con suggestivi inserti in mosaico di vetro tagliati a mano. Oggi la serie comprende diverse serie: Beads and Pieces, collezione di quattro pezzi in ceramica, prodotta secondo le tecniche tradizionali della ceramica nera peruviana; Come Rain Come Shine, lampadaio disegnato da Tord Boontje e prodotto da una comunità di donne di Rocinha, sobborgo di Rio de Janeiro; Tatu, aerei sgabelli e tavoli da caffè prodotti da artigiani di Cape Town, Sudafrica, in acciaio colorato intrecciato a mano; transNeomaticè un contenitore di concezione innovativa nato dalla combinazione di un pneumatico di scooter e vimini in Vietnam.

www.artecnicainc.com

Related Posts

Leave a Reply