Regular Posts Tagged ‘recupero’
SCULTRICE, PITTRICE, FREE CLIMBER, GUIDA TURISTICA
09 lug 2014Inserito in: In Evidenza 0

Abbiamo conosciuto Anna Bianco, un’artista eclettica che trae la sua aspirazione semplicemente dalla natura.

I rifiuti non esistono perché sono tutti i materiali del mondo. Parola di Edoardo Malagigi.
03 gen 2013Inserito in: Ecologia&Sostenibilità 1

Provocatorio e sensibilissimo, Edoardo Malagigi, professore di design all’Accademia di Belle Arti di Firenze, realizza da anni opere site specific con materiali di recupero oppure cibo. In barba alle sculture fatte per durare in eterno, l’arte va consumata. Senza smettere di suscitare domande.

C’è un designer autoproduttore anche dentro di te. Parola di Elisa Nicoli.
17 set 2012Inserito in: Ecologia&Sostenibilità 0

“Questo libro è un abat” jour illustra, con dovizia di esempi, come si possa, con un pizzico di manualità e un po’ di tempo (poco, anche dieci minuti bastano, a volte) recuperare, reinventando creativamente, oggetti altrimenti destinati alla discarica. Una tendenza che è solo un prodotto della crisi o il segno autentico di una svolta necessaria (e lungimirante)?

La cucina pensa verde. Ecco Oreadi, con orto, compostatore, freezer in argilla e parete fitodepurante.
02 lug 2012Inserito in: Materia&Innovazione 0

Da un’azienda innovativa e sperimentatrice, nasce il prototipo di una cucina come la vorremmo tutti o, almeno, quelli tra noi che sognano di riciclare l’acqua e con quella innaffiare l’orto, avere un polmone verde che umidifica e depura l’aria e un refrigeratore che non consuma energia elettrica. Oltre a materiali riciclati e riciclabili dappertutto.

Progettare contro e con. Partecipazione, critica e costruzione a partire dal rifiuto (che rifiuto non  è).
28 giu 2012Inserito in: Ecodesigner 0

Controprogetto è l’esperienza di quattro giovani designer artigiani e di un laboratorio, nato nel quartiere Isola nel 2003, e diventato, negli anni, studio di progettazione e fabbrica artigiana per pezzi e ambienti all’insegna del recupero intelligente e raffinato.

Seconda Linea. Quando il recupero <br/> è bello. Anzi, un codice estetico.
21 mag 2012Inserito in: Ecodesigner 0

Vecchie credenze, tavoli e persino materiali umili come assi o casse da imballaggio viene amplificata e si scopre quanto sono belli, pieni di armonia. Quando l’operazione di recupero, cui seguono smontaggio e riassemblaggio secondo nuove funzioni, è fatta con sapienza, il risultato è di raffinatissima eleganza.

Il design paranormale di Luca Scarpellini. Visionario con i piedi per terra.
14 mag 2012Inserito in: Ecodesigner 1

Caffettiere che diventano impianti stereo oppure lampade. Collezioni di oggetti che si moltiplicano seguendo il ritmo di una fantasia lussureggiante sostenuta da una manualità sapiente. La cifra di useDesign è semplice: recuperare la funzione in un ambito, quello del design, che vive da anni di pura estetica, e il radicamento in una riflessione sociologica profonda.

Katrin Arens. Se il cantiere rivive si dà un’aria shabby chic!
12 mag 2012Inserito in: Ecodesigner 0

Mobili e intere abitazioni, su misura, dal tocco minimale e nordico. Quella di Katrin Arens sarebbe soltanto un’attività di progettazione tailor made se non fosse che tutto il legno vive una seconda vita, dopo essere stato asse da cantiere o porta di cascina. Fascino e sostenibilità con un impronta – almeno a nostro giudizio – di squisita femminilità.

Fin Art Co. Dalle fabbriche dismesse al tavolo di design
20 apr 2012Inserito in: Ecodesigner 0

Legno e metallo delle fabbriche di quando l’America faceva tutto in casa, prima di esternalizzare le sue manifatture, incorporati in pezzi di design. I segni del tempo, fori, bruciature, imperfezioni raccontano storie. A tesserle, il duo americano di Fin Art Co.

12 nov 2010Inserito in: Ecodesigner 0

Una poltrona in tondino di ferro, lamiera d’acciaio e placche di catrame. La proposta, provocatoria, è di ForDesignFor, studio milanese che progetta nel segno della sperimentazione su materiali inediti. Per stomaci forti.